Cromoterapia con i colori della casa

363
views

Cromoterapia con i colori della casa

Sapevate che anche le tonalità che scegliete per la vostra casa possono essere utilizzate per favorire il rilassamento? Nelle camere da letto, per esempio, è meglio utilizzare dei colori tenui, che vi facciano rilassare e stare tranquilli. Mentre per altri ambienti, quali lo studio o la cucina, potete optare per dei colori più vivaci e stimolanti. Ecco la guida guida che abbiamo preparato per aiutarvi a scegliere i colori per delle stanze rilassanti.

I colori di base: giallo, rosso, blu
I colori tenui sono quelli che favoriscono il rilassamento. Come ben sapete, i colori primari sono il giallo, il rosso, e il blu. Da questi, si possono poi ricavare molti altri colori compresi quelli complementari. Nell’arredamento vengono utilizzati sia i colori primari che quelli complementari. In una camera da letto, in un soggiorno o in un bagno, evitate di utilizzare il rosso acceso oppure un arancione, in quanto sono colori abbastanza aggressivi e non favoriscono il riposo mentale.

I consigliati: verde, azzurro, viola chiaro
Tra i colori più rilassanti abbiamo il verde, l’azzurro ed il viola chiaro. Il verde è il colore che ci fa pensare alla natura ed alla speranza. Anche il blu, un altro colore rilassante e calmante, ci ricorda il cielo e il mare. Quindi lo potete utilizzare nel vostro studio o nel vostro ufficio, per favorire la concentrazione. Infine, il viola fa parte dei colori dalle tonalità fredde, si pensa possa suscitare eccitazione, ma risulta essere nella gamma dei colori “rilassanti”.

Con un po’ di creatività, di stile e di eleganza, potete anche giocare con i colori ed abbinare diverse sfumature nella stessa stanza. In un bagno blu, potete ad esempio utilizzare qualche sfumatura di azzurro o di verde. Così come in una camera verde potete giocare accessori di tonalità differenti. Unica regola da tenere in mente: evitate i colori troppo accesi, puntate su colori tenui e sfumati.