Come eliminare il calcare dal soffione della doccia

948
views

puliresoffionedoccia

Il soffione noto anche come “cornetta” o “telefono”, nel caso di quelli dotati di impugnatura dalla forma che ricorda questi due oggetti, è uno fra gli elementi più soggetti ad usura della doccia. Le incrostazioni di calcare sono sicuramente le più temibili, causate dal ripetuto passaggio dell’acqua e più o meno aggravate dal livello di durezza della stessa. In commercio esistono numerosissimi prodotti per effettuare la pulizia, sia chimici che non. È possibile tuttavia occuparsene personalmente con dei rimedi naturali assolutamente efficaci ed economici. Pulire il soffione della doccia non è un’operazione complessa, richiede solo pochissimi ingredienti e un po’ d’olio di gomito. Vediamo quindi come fare!

Immersione nell’aceto bianco
ll nemico naturale del calcare per eccellenza è indubbiamente l’aceto. Chi non ha mai fatto a scuola il classico esperimento dell’uovo immerso nell’aceto, che dopo breve tempo vedeva il proprio guscio venir consumato completamente da questo acido?
L’aceto bianco è quello che fa al caso nostro, sebbene tutti siano validi allo scopo di sciogliere il calcare, quello bianco risulta meno aggressivo in quanto è spesso una soluzione acquosa dall’odore meno intenso dei classici aceti da cucina. Un rimedio naturale perfetto per pulire questo genere di incrostazioni.
A seconda della tipologia di soffione, che sia quello a cornetta o quello fisso posto sulla sommità della colonna della doccia, il metodo cambia veramente di poco. È necessario che il soffione venga posto a bagno per un tempo variabile da un minimo di 1 ora a un massimo di 12 ore (per esempio tutta la notte). Smontato il soffione, inseriamolo in una bustina di plastica riempita d’aceto bianco. Possiamo usare anche un secchiello o addirittura il bicchiere di plastica pulito di uno yogurt! Dopo la pulizia, laviamo bene il soffione.
Possiamo potenziare l’effetto aggiungendo un cucchiaino di bicarbonato o succo di limone ogni 100 ml di aceto.

Immersione nell’aceto caldo
Nel primo punto abbiamo già visto come l’azione naturale dell’aceto possa aiutarci notevolmente a sciogliere il calcare nel soffione della doccia. Un ulteriore utilizzo dell’aceto, sempre rigorosamente bianco, che ne potenzi ulteriormente gli effetti, comporta il riscaldare l’aceto stesso. La temperatura ovviamente non deve essere eccessiva, è consigliabile evitare di superare i 70°. Meglio evitare il rischio di danneggiare qualcosa. Il soffione può contenere parti delicate in plastica, studiate per non tollerare temperature eccessivamente elevate o acidi troppo aggressivi. In questo caso l’immersione deve durare circa 1 ora.

Frizione tramite spazzolino o spugnetta con bicarbonato e aceto
Un altro rimedio naturale per pulire il soffione della doccia, specialmente dalle incrostazioni più piccole e ostinate è la frizione tramite spazzolino o spugnetta. L’azione abrasiva va però potenziata. Il bicarbonato ha consistenza granulare e un effetto anticalcare. Combinato a qualche goccia di aceto e usato come “pasta” abrasiva sullo spazzolino, è un valido aiuto.
Anche in questo caso, dopo la pulizia, un abbondante risciacquo è d’obbligo.

Un ago per sturare i fori
Pulire il soffione della doccia può voler dire occuparsi anche dei dettagli. In alcuni punti l’azione dei rimedi naturali precedenti può non essere sufficiente. Nel caso di un getto irregolare, palesemente otturato, bisogna infatti agire fisicamente sui forellini del soffione. Armati di pazienza ed un ago, possiamo bucherellare ogni foro per rimuovere le ostruzioni: meglio praticare questa operazione subito dopo l’immersione in aceto.

Succo di limone
Per la pulizia superficiale del soffione, uno dei metodi naturali più classici è utilizzare il succo di limone. L’acido citrico, di cui questo frutto è naturalmente molto ricco, ha un’azione anticalcare naturale. A differenza dell’aceto però, il succo di limone è una sostanza capace di rovinare determinati materiali. Meglio evitare bagni prolungati ma limitarsi a sfregare con una spugnetta o con lo stesso limone per qualche minuto. Il limone rimuoverà le macchie esterne di sapone e calcare, rendendo brillantezza al soffione. Anche in questo caso, un risciacquo abbondante a seguire è fondamentale.